Con il termine mafia si intende un sistema di potere esercitato attraverso l’uso della violenza e dell’intimidazione per il controllo del territorio, di commerci illegali e di attività economiche e imprenditoriali; è un potere che si presenta come alternativo a quello legittimo fondato sulle leggi e rappresentato dallo Stato.


Un sistema di contro-potere dunque (a volte chiamato anti-Stato proprio per questa sua caratteristica), con una gestione gerarchica e verticistica, basata su regole interne a loro volta fondate sull’uso della violenza e dell’intimidazione.


È questa la vostra politica? Se avete un minimo di cervello usate gli attributi per un confronto Sui programmi. Ma vedo che alla fine usate i soliti mezzucci utilizzando i soliti servi sciocchi meschini e accattoni per cercare di fermare le persone.
Bene sappiate che io vado avanti lo stesso a testa alta e con schiena dritta e che voi siete sot
tocontrollo.



"Bisogna sempre avere il coraggio delle proprie idee e non temere le conseguenze perché l’uomo è libero solo quando può esprimere il proprio pensiero senza piegarsi ai condizionamenti " (Charlie Chaplin).







 


 


 




 


 


 



martedì 7 settembre 2010

NON VOTIAMOLI ELEZIONI E ASSUNZIONI



Caricato da isolapulita

Sugnu Sciarriati ma Sugnu Sempri d'accordi

Nei giorni scorsi si è svolta una seduta del Consiglio Comunale che doveva discutere del rispetto del regolamento in materia di convocazione del Consiglio Comunale, sulla revoca del Presidente del Consiglio del suo Vice, revoca che era stata richiesta dal gruppo insieme isola delle femmine. Inoltre il gruppo consiliare insieme isola delle femmine richiedeva la discussione su LOTTIZZAZIONE la Paloma (ove si sta costruendo una casetta il nostro Presidente del Consiglio) e lo stato della legalità a Isola delle Femmine dopo le notizie apparse sulla stampa locale e nazionale di fatti criminal-mafiosi sul nostro territorio.
Improvvisamente nel mezzo del dibattito irrompe con tono minaccioso (ci è sembrato udire la voce del Presidente del Consiglio Ri-so NAPOLEONE) “….se mi denunci ti faccio saltare in aria, ti faccio vedere chi sono io…” con aria di stupore e di terrore i presenti si sono guardati impietriti.
A pensare che il Nostro Grande Napoleone aveva aperto la seduta nel segno della civiltà legalità e democrazia……..





CONSIGLIO COMUNALE DI ISOLA DELLE FEMMINE

DICHIARAZIONE A VERBALE DELLA SEDUTA DI GIORNO 5.6.2008


Con la presente dichiarazione si esprime la totale contrarietà ed estraneità alle dichiarazioni fatte dal sig. Presidente del Consiglio Comunale di Isola delle Femmine, sig. Napoleone Riso, nella seduta consiliare del giorno 22 aprile 2008.
In quella data, il sig. Presidente, all’apertura della seduta consiliare, esordiva con le seguenti affermazioni “prima di iniziare il consiglio comunale voglio ringraziare il membro del gruppo consiliare Insieme per la solidarietà espressami in relazione all’articolo riportato su una rivista locale”.
A queste dichiarazioni, il consigliere Rubino chiedeva se era possibile sapere il nome del consigliere che si era espresso a tal riguardo.
Il Presidente riferiva che non avrebbe fatto il nome perché non gli sembrava il caso.
Il consiglio si svolse regolarmente, ma al momento della dichiarazione di voto, e solo quando il capogruppo Rubino aveva concluso, prima di concedere la parola al capogruppo Favaloro, il Presidente così riferiva “il consigliere del gruppo Insieme che mi ha espresso la sua solidarietà è Giuseppe Pagano”.
Il sottoscritto consigliere, stupefatto di tale affermazioni, non poteva non manifestare il proprio stupore e dissenso a delle dichiarazioni, arbitrarie e non vere, del Presidente.
Immediatamente ho chiesto la parola al Presidente, ma questo riferiva che non era possibile in quanto il regolamento comunale statuisce che al momento della dichiarazione di voto non è possibile concedere la parola ai singoli consiglieri e che il nostro gruppo aveva già concluso la propria dichiarazione a mezzo del capogruppo Rubino.
Allora, il sottoscritto consigliere ha chiesto la parola per formulare la propria dichiarazione di voto; ma il Presidente si è rifiutato di concedermi la parola sostenendo che il mio gruppo aveva effettuato la propria dichiarazione finale di voto.
Per quanto tutto sopra non posso non constatare la premeditata volontà del Presidente di screditare il sottoscritto consigliere, nonché l’intero gruppo consiliare “Insieme”, adottando quelle tecniche previste dal regolamento comunale, per fare delle affermazioni nei confronti del sottoscritto senza la possibilità di replica seduta stante.
Sono fortemente amareggiato ed offeso per le falsità delle dichiarazioni rese dal sig. Presidente.
Esprimo il mio totale sdegno nei confronti del sig. Presidente, sig. Napoleone Riso, che oggi più che mai non garantisce me e questo consesso.
Presidente, le dichiaro espressamente che le dichiarazioni da lei rese sono NON VERE e FALSE.
Al contrario con la presente esprimo la mia totale solidarietà al consigliere Rubino per le gravi minacce ed intimidazioni subite dal sig. Presidente Riso.
Ed esprimo la mia totale solidarietà alla redazione del “Il Notiziario”, e a tutti coloro che vi partecipano. Inoltre, esprimo il mio sostegno al “Il Notiziario” per le querele subite dalla attuale amministrazione-maggioranza che non hanno sortito nessun effetto in quanto infondate.
Signor Presidente del consiglio non sono riuscito a comprenderLa e mi vergogno che Lei sia il mio Presidente e dell’intera comunità di Isola delle Femmine.

In fede
IL CONSIGLIERE
Giuseppe Pagano



*VERBALE DELLA DELEGAZIONE TRATTANTE DEL 18 MARZO 2008 * 14 denunciati per truffa e falso, timbravano cartellini su richiesta in modo che i dipendenti risultassero presenti sul lavoro invece...................
http://ciampolillopinoisoladellefemmine.blogspot.com/2008/03/la-delegazione-trattante-la-gestione.html#links


Nessun commento:

Posta un commento